Sport e cellulite

Sport e cellulite

Per combattere la cellulite l’attività fisica è importante al pari di una sana alimentazione. Ma quali sono gli sport più indicati?

Continua a leggere

Sovrappeso e cellulite: sono sempre collegati?

Il sovrappeso è uno dei fattori che favorisce la comparsa della cellulite, ma anche le persone perfettamente normopeso possono presentare questo inestetismo.

Continua a leggere

Alimentazione e ritenzione idrica

La ritenzione idrica è una delle principali cause della cellulite. Contrastarla con una buona alimentazione può aiutare a prevenire la formazione della cellulite.

Continua a leggere

Stadi della cellulite

Cellulite: quali sono i vari stadi

La cellulite è un inestetismo causato da un’alterazione del tessuto connettivo e del pannicolo adiposo sottocutaneo. Quali sono i vari stadi e come si può agire su ognuno?

Alla base della formazione della cellulite c’è un’alterazione nella microcircolazione, che porta ad un ristagno di liquidi ed alla formazione di edemi a livello del tessuto connettivo e del pannicolo adiposo sottocutaneo. Questo porta ad una infiammazione delle cellule adipose e ad una loro progressiva degenerazione e perdita di funzionalità, ostacolando i normali scambi metabolici che permettono alle cellule anche di espellere tossine e liquidi di scarto. Le tossine libere posso causare infiammazione delle cellule e dei tessuti circostanti, portando così ad un progressivo peggioramento della situazione.

Continua a leggere

Cosa sono i setti fibrosi

Cellulite: cosa sono i setti fibrosi?

L’ispessimento dei setti fibrosi è una delle cause della pelle a “buccia d’arancia” o a “materasso”, tipici segni della cellulite. Cosa sono e dove si trovano?

La cellulite è il risultato di un’alterazione del pannicolo adiposo sottocutaneo, e si manifesta a livello dell’epidermide che assume un aspetto comunemente definito a “buccia d’arancia” o, negli stadi più avanzati, a “materasso”.

I buchi, i noduli e gli avvallamenti che caratterizzano questi tipici inestetismi, sono causati da un ispessimento dei setti fibrosi, fasci di tessuto fisiologicamente presenti nel tessuto sottocutaneo e che subiscono alterazioni a causa dello stato infiammatorio del pannicolo adiposo circostante.
L’ispessimento dei setti provoca una trazione sulla pelle che viene “tirata” verso il basso, portando alla comparsa degli avvallamenti e delle irregolarità che caratterizzano l’epidermide a “buccia d’arancia” o a “materasso”.

I distretti corporei maggiormente colpiti dalla cellulite sono quelli dove il pannicolo adiposo sottocutaneo è maggiormente rappresentato: addome, glutei, fianchi e cosce.

Le donne sono più colpite dalla cellulite rispetto agli uomini ed il motivo è da attribuire proprio ai setti fibrosi, che sono disposti in maniera diversa nei tessuti sottocutanei femminili e maschili. Continua a leggere

,

Alimentazione e cellulite: le regole che aiutano a contrastarla

La cellulite è un inestetismo cutaneo diffuso soprattutto nel sesso femminile e causato principalmente da ritenzione idrica e cattiva circolazione, che a loro volta possono essere influenzati da fattori genetici e ormonali.

I distretti corporei maggiormente interessati dalla cellulite nelle donne sono glutei e cosce mentre negli uomini, pur essendo come inestetismo molto meno diffuso, la zona più colpita è l’addome.

La comparsa della cellulite è favorita anche da fattori esterni, tra i quali alimentazione scorretta, sedentarietà, fumo di sigaretta, ansia e stress.

Questo vuol dire che, se su genetica ed ormoni è praticamente impossibile agire, è invece fattibile correggere tutti quei fattori esterni, legati principalmente ad abitudini e stili di vita scorretti, che favoriscono la comparsa della cellulite.

Continua a leggere

Cellulite: quali sono le cause e come riconoscerla

La cellulite è un inestetismo causato da un’alterazione del tessuto connettivo e del pannicolo adiposo sottocutaneo. Quali sono le principali cause, e come riconoscerla?

La cellulite è un inestetismo cutaneo che colpisce prevalentemente il sesso femminile.

Si manifesta prevalentemente a livello di glutei e cosce, con la pelle che assume il caratteristico aspetto a “buccia d’arancia” o a “materasso”: il tessuto non è più liscio e compatto, ma presenta al contrario avvallamenti e protuberanze.

L’inestetismo è dovuto principalmente ad un’alterazione del tessuto connettivo e del pannicolo adiposo sottocutaneo, causata da un insieme di fattori quali l’aumento della ritenzione idrica, ipertrofia delle cellule adipose e problemi nella microcircolazione che possono portare a infiammazione e formazione di edemi sottocutanei.

Si stima che la cellulite colpisca tra l’85% e il 98% delle donne in età post-puberale, prevalentemente di razza bianca e orientale.

Continua a leggere