, ,

Alimentazione e cellulite: le regole che aiutano a contrastarla

La cellulite è un inestetismo cutaneo diffuso soprattutto nel sesso femminile e causato principalmente da ritenzione idrica e cattiva circolazione, che a loro volta possono essere influenzati da fattori genetici e ormonali.

I distretti corporei maggiormente interessati dalla cellulite nelle donne sono glutei e cosce mentre negli uomini, pur essendo come inestetismo molto meno diffuso, la zona più colpita è l’addome.

La comparsa della cellulite è favorita anche da fattori esterni, tra i quali alimentazione scorretta, sedentarietà, fumo di sigaretta, ansia e stress.

Questo vuol dire che, se su genetica ed ormoni è praticamente impossibile agire, è invece fattibile correggere tutti quei fattori esterni, legati principalmente ad abitudini e stili di vita scorretti, che favoriscono la comparsa della cellulite.

ALIMENTAZIONE ED ATTIVITÀ FISICA: I PILASTRI PRINCIPALI

La cellulite non è un problema solo delle persone obese o in sovrappeso, anche se in queste è, in genere, maggiormente presente.

Anche soggetti perfettamente normopeso, sportivi ed in ottima forma fisica possono presentare, a livello di glutei e cosce, delle zone di pelle “a buccia d’arancia”, tipico inestetismo della cellulite.

Questo vuol dire che il problema non è solo legato ad un’alimentazione eccessiva in termini energetici ma anche e soprattutto ad un’alimentazione scorretta in termini di cibi, idratazione e nutrienti.

Una persona può essere magra perché segue una dieta con un apporto calorico normale o insufficiente, ma presentare comunque gli inestetismi della cellulite perché consuma cibi eccessivamente ricchi di sale e di grassi, o li associa in maniera errata.

L’alimentazione ideale per contrastare la cellulite dovrebbe essere povera di grassi saturi, ma al contrario garantire un corretto apporto di grassi polinsaturi come i preziosi grassi Omega 3. Ricca di acqua e fibre, e di alimenti che ne contengono elevate percentuali come frutta e verdura. Sono utili anche vitamina C e antiossidanti come i flavonoidi, che aiutano a supportare le pareti dei vasi sanguigni e migliorare la circolazione.

L’attività fisica migliore è un’attività di tipo aerobico, anche leggera. Una camminata a passo veloce stimola la circolazione sanguigna e linfatica negli arti inferiori, maggiormente soggetti a ristagno dei liquidi quando si passano molte ore in posizione seduta o eretta statica, cosa che spesso accade per impegni di studio o lavorativi.

ALIMENTAZIONE: I CIBI CHE AIUTANO A CONTRASTARE LA CELLULITE

Per prevenire la comparsa della cellulite, l’alimentazione deve essere sana ed equilibrata sia dal punto di vista dell’apporto energetico che della ripartizione di macro e micronutrienti.

La prima regola è quella di mantenere l’organismo idratato: bere acqua e consumare cibi ricchi di acqua, come frutta e verdura.
Carciofo, finocchio, indivia, cicoria, cetrioli, ananas melone, pesche e anguria, contengono elevate percentuali di acqua e favoriscono la diuresi, e con essa l’eliminazione dei liquidi e delle tossine derivanti dai normali processi metabolici. L’ideale sarebbe consumare questi alimenti crudi, per godere al meglio di tutte le proprietà nutrizionali: vitamine e sali minerali si disperdono facilmente nell’acqua di cottura. Il metodo migliore per preservare i nutrienti dei vegetali, quando non è possibile consumarli crudi, è la cottura a vapore.

Altri cibi utili sono quelli ricchi di antiossidanti, in particolare flavonoidi, che si trovano ad esempio nei frutti rossi: mirtillo, vite rossa, ciliegie, fragole. La vite rossa in particolare è ricca di molecole ad azione vaso-protettrice: aiuta a rafforzare le pareti dei vasi e a neutralizzare i radicali liberi, che quando presenti in eccesso, possono favorire infiammazione e invecchiamento.

Altra molecola che aiuta a preservare la salute dei vasi sanguigni e la circolazione è la vitamina C, contenuta nei peperoni e peperoncini rossi, cavoli e broccoli, agrumi e frutti rossi, spinaci, pomodori, radicchio e lattuga.

Un’altra classe di sostanze “amiche” della circolazione sono gli acidi grassi Omega 3, che sono contenuti in particolare nel pesce azzurro, nelle noci, nei semi di lino e nell’avocado.

Per contrastare la ritenzione idrica è inoltre importate limitare l’apporto nella dieta di cloruro di sodio, il classico sale da cucina. Evitare quindi di aggiungere sale ai cibi, e limitare il più possibile il consumo di alimenti ricchi di sale, come salumi, insaccati, cibi in scatola e formaggi stagionati. Per sostituire il sale, è utile cuocere i cibi al vapore o alla griglia, cercando di esaltare la loro naturale sapidità, ed utilizzare aromi e spezie come rosmarino, origano, peperoncino, ecc.

Evitare anche eccessi di caffè, cibi ricchi di grassi saturi e bevande alcoliche.

CELLFINA®: METODICA INNOVATIVA PER IL TRATTAMENTO A LUNGO TERMINE DELLA CELLULITE

A volte, anche controllando alimentazione e stile di vita, non si riescono ad eliminare completamente gli inestetismi del tessuto: in questo caso, un trattamento estetico preciso, non doloroso e non invasivo può essere utile ed indicato.

Cellfina® è un medical device sviluppato da Merz e approvato dall’FDA per il miglioramento a lungo termine dell’aspetto estetico della cellulite.

Agisce andando a recidere i setti fibrosi del pannicolo adiposo attraverso un sistema di subcision® guidata, che permette di lavorare ad una profondità prestabilita e ben precisa senza intaccare i tessuti sani, dando come risultato una pelle più omogenea.

Dopo il trattamento seguire un’alimentazione corretta e ricca di sostanze utili a contrastare la cellulite aiuta ad ottimizzare e mantenere i risultati.