,

Cellulite: 3 regole per combatterla

cellulite

La cellulite è un problema che colpisce quasi tutte le donne, anche le più magre. Vediamo come combatterla seguendo tre semplici regole, o meglio buone abitudini.

La cellulite è un inestetismo che colpisce quasi il 90% delle donne. Nessuna è immune: anche le più magre possono trovarsi a combattere con la pelle a “buccia d’arancia” su fianchi e glutei o con le culotte de cheval.
Ma perché si forma la cellulite? Le cause sono molteplici e spesso collegate tra loro.
Esiste sicuramente una predisposizione genetica, per la quale alcune donne possono essere più predisposte di altre. Entrano poi in gioco gli ormoni femminili: gli estrogeni favoriscono la ritenzione di liquidi e contribuiscono ad innescare un processo di ipertrofia delle cellule del tessuto adiposo sottocutaneo. Cosa vuol dire? Semplicemente le cellule adipose si gonfiano, fino a rompersi ed a rilasciare il grasso in esse contenuto nel tessuto circostante.
Oltre al tessuto adiposo, a livello sottocutaneo è presente anche tessuto connettivo fibroso. I tralci di tessuto connettivo sottocutaneo sono disposti, nelle donne, in modo perpendicolare alla cute. Quando si ispessiscono e le cellule adipose si rompono, il grasso rilasciato nel tessuto viene compresso tra tralci di tessuto fibroso connettivo, e si crea una estroflessione della pelle verso l’alto. Si parla infatti di setti fibrosi retraenti”.
È così che si forma la pelle “a buccia d’arancia”: questo processo crea una serie di buchini ed avvallamenti fanno apparire la cute come, per l’appunto, la superficie di una buccia d’arancia.
I setti fibrosi retraenti sono anche la causa per la quale la cellulite è più evidente nelle donne rispetto agli uomini. Nel sesso maschile infatti, i setti non sono perpendicolari alla cute ma angolati di 45°, per questo l’effetto “buccia d’arancia” è meno presente.

Combattere la cellulite: le 3 regole principali

Le 3 regole principali per combattere la cellulite sono:
1) Alimentazione corretta
Il primo passo per combattere la cellulite è quello di imparare ad alimentarsi in modo corretto e consapevole. Per contrastare la ritenzione idrica, che abbiamo visto essere una delle concause della cellulite, è importate bere molta acqua (circa 2 litri al giorno) e consumare poco sale. Non parliamo solo di sale aggiunto ai cibi, che andrebbe se possibile evitato o limitato fortemente aggiungendo magari delle spezie, ma anche di alimenti naturalmente ricchi di sale.
I cibi naturalmente ricchi di sale sono purtroppo cibi “comodi”, che generalmente non necessitano di essere cucinati, e che a volte mangiamo addirittura come un “surplus” se magari ci rimane un po’ di fame dopo il pasto.
Parliamo di affettati, formaggi stagionati, tonno in scatola, cibi pronti sia freschi che surgelati. Ma i cibi ancora più insospettabili sono il pane e i prodotti da forno (es. grissini, crackers, gallette e simili): sono comunque alimenti che contengono sale, per vanno consumati in porzioni controllate.
Via libera invece a frutta fresca e frutta secca, verdura, cereali integrali, legumi, carni bianche, uova e pesce.

pesce anti-cellulite
I metodi di cottura devono essere il più possibile naturali, sia per mantenere meglio che qualità nutrizionali dell’alimento che per sfruttarne il più possibile la naturale sapidità.
Vi accorgerete che su alcuni alimenti non serve nemmeno aggiungere sale: basta qualche spezia, ma per il resto sono naturalmente già saporiti.

2) Sport
Esiste uno sport migliore di altri per combattere la cellulite? La risposta è sì, anche se l’importante è comunque muoversi. Gli sport considerati più efficaci per combattere la cellulite sono quelli in acqua: nuoto, aquagym, hydrobike. L’acqua permette di bruciare più calorie, perché oppone resistenza al movimento, e nello stesso tempo ha un effetto massaggiante, che aiuta a riattivare la circolazione venosa e linfatica, e quindi a drenare i liquidi accumulati.

acquagym anti-cellulite
Tra la corsa e la camminata, per la cellulite è più efficace la camminata: anche se con la corsa si bruciano più calorie, essa per certi versi è controproducente per la cellulite.
Con la corsa si sollecitano di più le articolazioni e si produce più acido lattico, causando nel tessuto uno stato infiammatorio e un accumulo di radicali liberi, che di certo non migliorano né circolazione né drenaggio linfatico.
La camminata, essendo un’attività a più bassa intensità, aiuta invece a stimolare la circolazione venosa a livello degli arti inferiori, con un effetto positivo sul drenaggio dei liquidi e sull’equilibrio tra il circolo venoso e linfatico.

3) Trattamenti
Il trattamento manuale più indicato per combattere la cellulite è il massaggio. A seconda del tipo di cellulite, può essere più indicato un massaggio linfodrenante o piuttosto un connettivale o ancora un massaggio anticellulite più specifico.
Il linfodrenante aiuta ad eliminare i gonfiori dovuti alla presenza di ritenzione idrica. È un massaggio consigliato ad uno stadio iniziale di cellulite, perché aiuta semplicemente a drenare i liquidi accumulati verso i linfonodi per un corretto smaltimento.
In presenza di cuscinetti di grasso e buccia d’arancia più evidente, è più indicato il massaggio connettivale. Con questo tipo di massaggio si va ad agire più in profondità, a livello appunto del tessuto connettivo, andando a riattivare i tessuti e sciogliere i blocchi di cellulite, stimolando la circolazione e favorendo lo smaltimento dei grassi.

massaggio anti-cellulite

Cellfina®: il trattamento a lungo termine della cellulite

Cellfina® è un medical device sviluppato da Merz Aesthetics e approvato dal FDA per il miglioramento a lungo termine dell’aspetto estetico della cellulite. Cellfina® utilizza un sistema di subcision® guidata per recidere i setti fibrosi retraenti in maniera precisa e selettiva, senza intaccare i tessuti sani, lavorando ad una profondità prestabilita. Una volta recisi i setti fibrosi, si ottiene il rilascio della pelle la cui superficie diventerà più omogenea.
Cellfina® è un trattamento preciso, non doloroso e poco invasivo. Si esegue in genere in un’unica seduta, al termine della quale dopo aver applicato un leggero bendaggio ed una calza elastica la paziente può alzarsi e tornare immediatamente a casa o a svolgere le normali attività.
Cellfina® Treatment è eseguito solo da medici specialisti certificati, che effettuano sempre un’approfondita visita medica di valutazione prima di effettuare il trattamento.