,

Gli alimenti detox anticellulite

Gli alimenti detox aiutano a contrastare gli inestetismi della cellulite. Una dieta corretta già da ora ci aiuta ad arrivare alla stagione più calda nella nostra forma migliore.

Nella stagione fredda può capitare di trascurare un po’ di più la propria forma fisica: la “prova costume” sembra veramente lontana. Complici il freddo e le festività appena trascorse, capita di cedere più facilmente a una cioccolata calda, a un pezzetto di dolce in più o a una pietanza più ricca di calorie.
È vero il detto che “occhio non vede, cuore non duole”: coperte dagli indumenti invernali, ci vediamo belle e quasi non notiamo quel chilo in più. Ancor meno pensiamo agli inestetismi, e ritenzione idrica e cellulite sembrano poco importanti. Non è che proprio non le vediamo, quando siamo sotto la doccia, ma sembrano molto meno evidenti di quello che realmente sono.
La sorpresa arriva a primavera, non appena abbandoniamo i colori scuri per far spazio ad abiti più corti e colorati. E allora sì che ci allarmiamo! Ma, come ben sappiamo, più la cellulite viene trascurata, e più diventa difficile poi eliminarla.
È questo quindi il momento per iniziare la nostra “lotta alla cellulite”: iniziamo inserendo nella nostra dieta giornaliera alcuni alimenti con proprietà “detox” che aiutano ad eliminare le scorie e a contrastare ritenzione idrica e cellulite.

Quali sono le cause della cellulite

La cellulite, o più scientificamente la P.E.F.S. (Panniculopatia-Edemato-Fibro-Sclerotica) è un inestetismo molto comune nelle donne, sia tra quelle in sovrappeso che non.
L’evidenza più caratteristica è nota come “pelle a buccia d’arancia”: nella zona colpita, la pelle non appare più liscia ma con buchini o avvallamenti, simile per l’appunto ad una buccia d’arancia.
Le cause sono molteplici, e le più comuni sono di natura ormonale. Gli estrogeni, ormoni femminili, possono infatti causare delle alterazioni del microcircolo venoso, che favoriscono sia la ritenzione di liquidi nei tessuti, che l’accumulo di grassi nelle cellule adipose, che aumentano di volume fino a rompersi. I trigliceridi vengono rilasciati così nei tessuti circostanti, compromettendo ulteriormente il microcircolo e creando quei buchini e avvallamenti caratteristici della “buccia d’arancia”.
Oltre al pannicolo adiposo sottocutaneo, entrano in gioco anche i setti fibrosi, che sono tralci di tessuto connettivo che nella donna sono posti perpendicolarmente alla cute. I grassi rilasciati nei tessuti vengono praticamente “compressi” tra due tralci fibrosi successivi, formando un avvallamento.
Per contrastare la formazione della cellulite con l’alimentazione, è consigliabile seguire una dieta di tipo antinfiammatorio e detossificante.

Quali sono gli alimenti detox della stagione invernale

Partiamo elencando tutti quei cibi che dovremmo limitare o evitare per contrastare l’inestetismo della cellulite. Cibi che favoriscono la comparsa della cellulite sono quelli ricchi di sale, grassi saturi e zuccheri raffinati. Parliamo quindi di insaccati e affettati, carni rosse, zucchero bianco e farine raffinate, alcolici, fritti e bibite gassate e zuccherate.
Si possono invece mettere in tavola cereali integrali, legumi, pesce e carni bianche, uova, frutta e verdura.
Piatti ottimi per la stagione fredda sono ad esempio le vellutate di verdure, i minestroni e le zuppe di cereali e legumi.

Tra gli alimenti detox anticellulite troviamo ad esempio i cavoli e i porri, che si trovano abbondantemente nella stagione invernale. Una vellutata di cavolfiore, porri e patate è un buon piatto anticellulite: cavoli e porri sono cibi dalle proprietà detossificanti mentre la patata, grazie ad un buon contenuto di potassio, è un alimento con proprietà diuretiche.
Tra gli alimenti con proprietà diuretiche rientrano anche le cipolle, che andrebbero consumate crude. Un buon abbinamento può essere aggiungerle ad un’insalata.

Per contrastare la cellulite vanno bene anche i cibi ricchi di ferro, che migliora l’ossigenazione dei tessuti. Le lenticchie sono un alimento con un buon contenuto di ferro, che si possono abbinare a dei cereali integrali per creare delle calde ed ottime zuppe.

Tra gli alimenti detox anticellulite non bisogna dimenticare il pesce, la frutta secca e i frutti rossi.
Il pesce, in particolare quello azzurro e dei mari freddi, è ricco di acidi grassi della serie Omega 3 che contribuiscono a contrastare l’infiammazione dei tessuti, spesso caratteristica della cellulite.
La frutta secca è ricca di potassio e magnesio, entrambe sostanze utili nella lotta alla ritenzione idrica, che spesso accompagna la cellulite.
I frutti rossi sono ricchi in flavonoidi, sostanze appartenenti alla famiglia dei polifenoli e che hanno proprietà antiossidanti ed antinfiammatorie, quindi contribuiscono in modo positivo nel miglioramento della cellulite.
Anche il tè verde è ricco di polifenoli, per cui può sostituirsi ad una pausa caffè!

Il trattamento della cellulite a lungo termine: Cellfina®

Il trattamento Cellfina® è attualmente il primo e unico protocollo medico approvato dall’FDA per il miglioramento a lungo termine dell’aspetto estetico della cellulite.
Esso agisce andando a recidere in maniera precisa e controllata i setti fibrosi che causano la comparsa dei “buchi” e l’effetto “a buccia d’arancia”, ottenendo il rilascio della cute e rendendo più liscia e omogenea la superficie della pelle.
Cellfina® Treatment è eseguito solo da medici specialisti certificati, che effettuano sempre un’approfondita visita medica di valutazione prima di effettuare il trattamento.
Il trattamento Cellfina® viene eseguito in genere in una sola seduta ambulatoriale e il 93% delle pazienti si ritiene ancora soddisfatto a 3 anni dal trattamento.