,

Valuta la tua cellulite con il test Cellfina®

Test Cellulite - Cellfina

La cellulite è un inestetismo che può manifestarsi in modo diverso a seconda di stadio e tipologia. Cellfina® ha messo a punto un utile test di valutazione.

La cellulite è un inestetismo della pelle che colpisce quasi il 90% delle donne. Le cause che sono alla base della sua formazione e della sua comparsa sono molteplici. C’è sicuramente una predisposizione genetica, ma entrano in gioco soprattutto fattori ormonali. Non a caso le donne si sentono “più gonfie” in fase premestruale: quella che si accentua è la ritenzione idrica, che è un altro elemento che favorisce la comparsa della cellulite, che effettivamente in quel periodo del mese è più evidente.

Scientificamente la cellulite è conosciuta con il termine PEFS, che sta per “Panniculopatia Edemato Fibro Sclerotica”: panniculopatia, perché interessa principalmente il pannicolo adiposo sottocutaneo, edemato perché effettivamente caratterizzata dalla presenza di un edema, e fibrosclerotica, perché le fibre collagene del tessuto connettivo si ispessiscono e formano noduli insieme agli adipociti degenerati.

La caratteristica principale della cellulite è la cosiddetta “pelle a buccia d’arancia”. Il termine non è a caso: la pelle appare infatti non liscia e compatta, ma con buchini ed avvallamenti più o meno evidenti, conseguenza del processo sopra descritto.

Riconoscere la cellulite: i diversi tipi

Si distinguono diversi tipi di cellulite in base alla compattezza del tessuto cutaneo, che dipende a sua volta dalla tonicità della pelle.
La cellulite non colpisce infatti solo le persone in sovrappeso, ma anche le donne magre, toniche e sportive, possono presentare su cosce e glutei delle piccole aree dove la pelle è “a buccia d’arancia”.

La cellulite, in base alle caratteristiche, si classifica principalmente in 3 tipi:

1- Cellulite compatta: inestetismo leggero, caratterizzato dalla presenza di ritenzione idrica, pelle a buccia d’arancia più evidente se si stringe il tessuto tra le dita, leggero dolore alla palpazione. È la forma di cellulite che colpisce tipicamente le donne magre e in buona forma fisica;

2 – Cellulite flaccida o molle: è in inestetismo che caratterizza tipicamente la pelle che non è più tonica, sia per l’età che per altre cause, come magari un dimagrimento molto repentino. Il tessuto presenta la caratteristica buccia d’arancia, ed è soggetto a fluttuazioni e avvallamenti;

3 – Cellulite edematosa: è spesso associata alla cellulite compatta. La caratteristica, come si intuisce dal termine, è un ristagno di liquidi molto evidente, e questo fa sì che il tessuto sia doloroso al tatto. Alla base della cellulite edematosa c’è in genere uno squilibrio nel microcircolo venoso, che porta alla formazione di edemi perché i liquidi non riescono ad essere drenati efficacemente.

Riconoscere la cellulite: i diversi stadi

Quando si parla di “stadio” della cellulite, ci si riferisce all’intensità dell’inestetismo. Ai primi stadi la cellulite è un inestetismo più facilmente trattabile ed eliminabile, ma più aumenta lo stadio e quindi l’intensità, più il difetto diventa difficile da trattare e, di conseguenza, da eliminare.

Gli stadi della cellulite sono principalmente 4:

1 – Cellulite “Endematosa”: è la fase iniziale, quella più precoce. Con trattamenti non invasivi ed alimentazione corretta è totalmente reversibile. Caratterizzata da ritenzione idrica e pelle a buccia d’arancia, più accentuata quando si comprime il tessuto;

2 – Cellulite “Fibrosa”: inizia ad essere interessato il tessuto connettivo, c’è un ristagno di liquidi e tossine e iniziano a formarsi dei noduli, per cui la pelle a buccia d’arancia è più evidente, anche se il tessuto è rilassato. Anche questo stadio è comunque totalmente reversibile con i trattamenti giusti;

3 – Cellulite “Sclerotica molle”: i noduli diventano più evidenti e dolenti al tatto, e di conseguenza il tessuto meno ossigenato. La buccia d’arancia è molto evidente e può iniziare a comparire un’insufficienza venosa e linfatica, ma tuttavia il problema è reversibile;

4 – Cellulite “Sclerotica”: è la conseguenza del peggioramento di tutte le situazioni precedenti.

La cellulite non dovrebbe mai essere trascurata e arrivare al quarto stadio. Quanto più precocemente si agisce, quanto più il problema è risolvibile in maniera efficace ed ottimale, con dieta, sport e trattamenti di medicina estetica non invasivi.

Valuta la tua cellulite: il test cellulite di Cellfina®

La cellulite non è la stessa in tutte le donne. Abbiamo descritto i diversi tipi e i diversi stadi, e oltre a questo possono essere differenti anche le zone colpite.
Nella maggior parte delle donne in età fertile la cellulite compare su gambe e glutei, ma con l’età capita al contrario che l’inestetismo scompaia da gambe e glutei per spostarsi sull’addome e sulle braccia.

La cellulite può essere di conseguenza eliminata con una combinazione di trattamenti diversi a seconda delle caratteristiche con le quali essa si presenta in una determinata persona.
Cellfina® ha messo a punto un test di valutazione che, in pochi semplici step, permette di effettuare una prima autovalutazione della cellulite.
Il test aiuta anche a capire se quel tipo di cellulite potrà essere trattata efficacemente con il metodo Cellfina®, primo e unico protocollo approvato dall’FDA americana per il trattamento a lungo termine della cellulite.

Test Cellulite - Cellfina

VAI AL TEST CELLULITEwww.cellfina.it/my-cellfina-evaluation

Come funziona il metodo Cellfina®

Il metodo Cellfina® agisce sui setti fibrosi, tralci di tessuto connettivo che nella donna sono disposti in posizione perpendicolare alla cute.

In presenza di cellulite, si assiste prima di tutto ad una degenerazione delle cellule adipose che si gonfiano fino a scoppiare, e contemporaneamente a un ispessimento del tessuto connettivo sottocutaneo.
Quello che accade sostanzialmente è che i grassi, rilasciati nel tessuto dagli adipociti, vengono compressi tra due setti fibrosi successivi ed è così che si formano gli avvallamenti che caratterizzano la pelle “a buccia d’arancia”.

Il metodo Cellfina® va a recidere in maniera precisa e controllata i setti fibrosi, portando al rilascio della pelle, che torna liscia e compatta.
Il metodo non è invasivo e non è doloroso. Il 93% delle pazienti si ritiene ancora soddisfatta dei risultati ottenuti dopo un periodo di 3 anni dal trattamento.