,

Preparare le gambe all’estate: eliminare cellulite e buccia d’arancia

Estate: eliminare cellulite e buccia d’arancia

Sta arrivando l’estate. Ci coglierà impreparate anche quest’anno? Molto probabilmente sì, se non altro però possiamo giustificarci dicendo che usciamo da un periodo molto particolare, durante il quale non abbiamo potuto allenarci in palestra né uscire a fare attività fisica all’aria aperta. Adesso invece ci troviamo a tirare fuori dall’armadio e a riprovare a indossare costumi, shorts e vestitini estivi, per capire cosa tenere e cosa invece mettere via, e a fare inevitabilmente un bilancio della nostra forma fisica.

Non è tanto una questione di aumento di peso: sì, magari ci sono quei due chiletti in più legati soprattutto agli “sgarri” in cucina, ma non sono certo quelli che fanno la differenza. Quando guardiamo le gambe scoperte quello che più notiamo è una perdita di tonicità e un aumento di ritenzione idrica e cellulite, accompagnate inevitabilmente dalla fastidiosissima “buccia d’arancia”.
La sedentarietà è d’altronde la peggior nemica della cellulite. Una delle principali cause di questo inestetismo è una cattiva circolazione, che può favorire la formazione di edemi e di micro infiammazioni nel tessuto a causa di un inefficace drenaggio di liquidi e tossine. Come conseguenza, il tessuto connettivo subisce delle modificazioni e si ispessisce, trasformando i normali tralci fibrosi in setti fibrosi più grossi e retraenti, che tendono ad ancorare la cute verso il basso. Il grasso si trova così compresso tra setti fibrosi inestensibili, e tende a erniare verso l’alto mentre i setti tirano verso il basso. È così che si formano i buchini e gli avvallamenti che caratterizzano la “buccia d’arancia”.

Il lockdown degli ultimi mesi ci ha costretto per forza di cose a una vita più sedentaria, il che ha contribuito a favorire la formazione della cellulite, in particolare su fianchi, glutei e cosce. In più, adesso che abbiamo ricominciato più o meno all’improvviso con la classica routine, prestiamo anche un po’ meno attenzione all’alimentazione, e lo stress quotidiano che ci accompagna di certo non aiuta.
Fatto sta che l’estate è alle porte, e arriverà il momento di scoprire le gambe, ma per fortuna siamo ancora in tempo per prepararci eliminando cellulite e buccia d’arancia con alimentazione, attività fisica e trattamenti mirati.

La cellulite su cosce e glutei: quali sono le cause

La cellulite è un inestetismo che colpisce quasi il 90% delle donne. Le cause non sono legate strettamente al sovrappeso, perché anche le donne magre e in buona forma fisica possono presentare cuscinetti adiposi e buccia d’arancia su fianchi e glutei.
Le cause sono attribuibili più ad ormoni e circolazione. Gli ormoni femminili favoriscono l’instaurarsi della ritenzione idrica, una situazione caratterizzata dall’accumulo di liquidi e tossine nei tessuti. Non a caso, in alcune fasi del ciclo mestruale si avverte una sensazione di “gonfiore”, così come un aumento di peso, che è legato non ad un vero incremento di massa grassa, ma semplicemente ad un accumulo di liquidi.

La stessa cosa accade quando, per svariati motivi, si hanno problemi circolatori. Nel nostro organismo coesistono due sistemi, quello sanguigno e quello linfatico. Il primo è coinvolto nel trasporto di ossigeno e nutrienti, mentre il secondo è deputato prevalentemente alla depurazione da tossine e scorie, derivanti dagli scarti del metabolismo e comunque trasportati dal sangue. I due sistemi devono quindi essere sempre in equilibrio per il mantenimento del benessere dell’organismo.
Quando il sistema di drenaggio non è efficiente, si accumulano nei tessuti liquidi e tossine. I liquidi presenti in eccesso nel tessuto portano alla formazione di edemi, che caratterizzano la ritenzione idrica, una condizione che favorisce la formazione della cellulite. Il ristagno di scorie e tossine può dare origine invece a micro infiammazioni che portano ad alterazioni del tessuto connettivo e del pannicolo adiposo sottocutaneo, portando per l’appunto alla formazione della “buccia d’arancia”.

La circolazione degli arti inferiori è strettamente legata al movimento, perché la contrazione della muscolatura, soprattutto del piede e del polpaccio, fa da pompa per la risalita del sangue verso l’alto, evitando che esso ristagni negli arti inferiori. Le vene delle gambe possiedono un efficace sistema di risalita del sangue, attraverso delle valvole chiamate a “nido di rondine” che si aprono e si chiudono impedendo al sangue di tornare verso il basso. È per questo che quando rimaniamo molto tempo seduti o quando in generale ci muoviamo poco, abbiamo la sensazione di “gambe gonfie”.
Dieta e movimento sono fondamentali per mantenere le gambe snelle e toniche, così come trattamenti di medicina estetica mirati aiutano ad eliminare cellulite e “buccia d’arancia”.

Preparare le gambe all’estate: dieta, movimento e trattamenti mirati

Per contrastare la cellulite è importante bere molta acqua, limitare il sale, e consumare frutta e verdura di stagione ricca di vitamine, potassio e sostanze antiossidanti.
Il consumo di sale favorisce l’instaurarsi della ritenzione idrica mentre al contrario acqua ed alimenti ricchi di potassio aiutano a contrastarla. Per questo motivo, è consigliabile limitare al minimo l’aggiunta di sale nelle pietanze, preferendo l’utilizzo di aromi e spezie come rosmarino, timo, curcuma e simili, i quali contengono anche sostanze ad azione antiossidante, utili a contrastare le micro infiammazioni nel tessuto. Per lo stesso motivo è importante limitare il consumo anche degli alimenti ricchi di sale, quali salumi e insaccati, formaggi grassi e stagionati, nonché cibi precotti o già pronti a cuocere.

Particolarmente consigliate sono invece le verdure che contengono vitamina C e potassio: la vitamina C ha un effetto antiossidante, mentre il potassio contribuisce a contrastare la ritenzione idrica. Parliamo di tutte quelle verdure a foglia verde come spinaci, cavolfiori, broccoli, cicoria, agretti, rucola e valeriana. Sono indicate anche quelle verdure ad effetto diuretico e depurativo come finocchi, cipolle, asparagi, e carciofi. Per quanto riguarda invece la frutta, è bene preferire quella ricca di acqua e vitamina C come fragole, kiwi, anguria, melone e frutti rossi.
Una volta sistemata la dieta, sappiamo che ad essa va affiancata un’attività fisica mirata per migliorare la tonicità delle gambe ed allo stesso tempo contribuire all’eliminazione della buccia d’arancia.

L’attività fisica migliore per la cellulite è la camminata a passo sostenuto, meglio ancora se fatta in acqua o al mare. La camminata stimola la circolazione sanguigna, e se fatta in acqua l’effetto si ottimizza grazie alla naturale azione massaggiante dell’acqua stessa. Al mare i benefici sono ulteriormente potenziati dall’acqua salata, che per un meccanismo noto come “osmosi”, richiama i liquidi ristagnanti nelle gambe verso l’esterno, grazie alla differenza di concentrazione salina. L’acqua di mare aiuta quindi anche a drenare i liquidi, e questo dà ottimi risultati nella lotta alla cellulite e nell’eliminazione della buccia d’arancia.

Trattamenti mirati anticellulite: il metodo Cellfina®

Ovviamente non in tutti i casi attività fisica, buona alimentazione possono bastare per risolvere la cellulite, soprattutto su alcune parti del corpo come i glutei dove la ritenzione idrica poco esiste. In questo caso è possibile ricorrere ad un trattamento semi-chirurgico chiamato Cellfina®. Cellfina® Treatment è il primo e unico protocollo medico approvato FDA per il trattamento a lungo termine della cellulite. I risultati sono scientificamente e clinicamente dimostrati, fino a 5 anni.

Cellfina® agisce sull’eliminazione dei setti fibrosi retraenti. Attraverso la tecnica della subcision vacuum guidata, si vanno a recidere in maniera attenta e precisa i setti fibrosi accorciati, portando la cute a ridistendersi e tornare liscia e omogenea.
Cellfina® è un trattamento mini invasivo, e in quanto tale non richiede ricovero, si esegue in anestesia locale, per cui non fa male e necessita di un breve periodo di convalescenza. Si esegue generalmente in un’unica seduta dopo la quale si può tornare immediatamente a svolgere le normali attività, seguendo le prescrizioni del medico che ha effettuato il trattamento.

Il trattamento Cellfina® viene eseguito solo in Centri Medici Autorizzati.